Unione Movimenti Liberazione

Sovranismo, Federalismo, Giustizia.

Ogni vostro Tesseramento è un dono perchè senza di voi non cresceremo mai

CHI SIAMO
L’Unione Movimenti Liberazione nasce nell’aprile del 2011 nella provincia di Vicenza, a seguito di  una grave ingiustizia vissuta dalla mia compagna.  Questo  movimento  ha finalità atte alla tutela delle donne, dei minori  e delle ingiustizie che molte, riteniamo anzi che troppe famiglie subiscono, soprattutto per alimentare alcuni  business che  purtroppo  ancora  oggi riteniamo siano maledettamente attuali   ( vedi la vicenda Bibbiano, ma Bibbiano è ovunque in Italia.  ) Ovviamente all’inizio pensavamo ad una realtà provinciale,  al massimo regionale,  ma con l’andare del tempo ci siamo dovuti rendere  conto che potevamo, anzi dovevamo,  fare di più non solo per la nostra regione ma per tutta la nostra Nazione. A maggior ragione con  l’avvento  dei  socials  abbiamo  cercato  di  essere  presenti ovunque  e  quindi   ricevevamo  molte  richieste  di  contatti  e richieste di adesione da tutta Italia. Dovevamo particolarmente essere presenti a difesa  di  tutto  il  Popolo  Italiano  e  non  solo  limitarci  a quello per  cui eravamo nati.  Fu  così  che dopo aver studiato e lavorato intensamente ci siamo  registrati  ufficialmente con atto notarile il 24 Giugno 2014. Unione Movimenti Liberazione condivide gli  stessi  principi e obiettivi  delle varie  anime  che lo compongono e vorranno unirsi per una lotta comune; valori e obiettivi comuni  perchè  pensiamo le stesse cose.  Riteniamo che debba essere uno sforzo possibile e doveroso, mantenendo la propria identità ma con strategie precise .       Noi consideriamo tutto ciò che sta accadendo gravemente anticostituzionale, e creato ad hoc da un manipolo di uomini che impongono "diktat al nostro governo,  potenze straniere o comunque uomini di malaffare, che fanno capo ad associazioni o altro, " elite mondialiste e globaliste che hanno come unico obiettivo il dominio sul mondo e l'eliminazione della democrazia e della proprietà privata.    Ci impongono governi illegittimi e mai votati dal popolo Italiano. Questo golpe italiano dura da troppi anni nel frattempo hanno completamente cancellato il nostro potere d'imperio,  le  nostre infrastrutture  ed  ora stanno piano piano cancellando l'ossatura della nostra Nazione, le piccole e medie industre, attaccando anche il risparmio privato.      È tempo che venga applicato l'Articolo 1 della nostra Carta Costituzionale;  che sia ridato  al Popolo Italiano ciò che  è  suo di diritto: il pieno Potere d'Imperio.
Questo vuole il Popolo Italiano, questo vogliamo noi per l'Italia!

Statuto/A.C.
FRANCESCO *  Omissis
NOTAIO
Via * omissis
Tel.* Omissis


Repertorio n.27400 Raccolta n.10237
ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE
REPUBBLICA ITALIANA


Tredici giugno duemila quattordici.
In * Omissis, nel mio studio in via * Omissis
Innanzi a me dottor FRANCESCO * Omissis, Notaio in * Omissis, iscritto al Ruolo del Collegio dei Distretti Notarili Riuniti di * Omissis,


SONO PRESENTI:


SCIORTINO FILIPPO, nato a * Omissis e domiciliato in * Omissis
DAL SANTO SANDRA, nata a * Omissis e domiciliata in * Omissis


I comparenti, della cui identità personale io notaio sono certo, preliminarmente mi confermano i dati relativi ai codici fiscali indicati e mi richiedono di ricevere il presente atto con il quale convengono e stipulano quanto segue:

I signori Sciortino Filippo e Dal Santo Sandra, costituiscono l'associazione politica, denominata “UNIONE MOVIMENTI LIBERAZIONE”, con sede in * Omissis.

L'Associazione, senza scopro di lucro, si propone di attuare un programma Politico che, sulla base dei principi di Libertà, Democrazia, Giustizia, Solidarietà Sociale, Merito ed Equità fiscale, si ispira ai valori della tradizione Cattolica, Nazionale, Liberale e Popolare, in coerenza con la scelta di STATO SOVRANO LIBERO E INDIPENDENTE.

Il Movimento “UNIONE MOVIMENTI LIBERAZIONE” promuove nel rispetto dell'indipendenza e dell'unità Nazionale, la pacifica convivenza del Popolo italiano, con diverse etnie e confessioni religiose.
Principale scopo dell'associazione è quello della partecipazione con liste di propri candidati, anche in collegamento, in unione o in via congiunta con altre forze e formazioni politiche, alle consultazioni elettorali che si terranno per il rinnovo del Parlamento Nazionale, per l'elezione dei Presidenti delle Regioni e per il rinnovo dei Consigli Regionali, per l'elezione dei Presidenti delle Province e per il rinnovo dei Consigli provinciali, per l'elezione dei Sindaci e per il rinnovo dei Consigli comunali, per l'eventuale elezione dei componenti italiani al Parlamento europeo, oltre che per l'elezione dei componenti di ogni altro consesso politico o amministrativo di cui è previsto il rinnovo elettivo.

L'Associazione è disciplinata dalle norme contenute nel presente atto e nello statuto che, previa lettura da e datane ai comparenti, e loro sottoscrizione per approvazione, si allega al presente atto con “A”.

La durata dell'associazione è a tempo indeterminato.

Il fondo comune iniziale ammonta ad €200,00 (euro duecento) ed è costituito dai contributi versati per il tesseramento dai soci fondatori in parti uguali.

L'associazione è retta da un Consiglio Direttivo, composto da due membri, che durano in carico per quattro anni solari.

Al presidente e, in caso di sua assenza o impedimento, al Vice-Presidente, spett la rappresentanza legale e processuale dell'associazione.
Vengono nominati membri del Consiglio Direttivo i signori Sciortino Filippo e Dal Santo Sandra, sopra costituiti.
I neoeletti Consiglieri procedono alla nomina del Presidente del Consiglio Direttivo, in persona di Sciortino Filippo e del Vice-Presidente in persona di Dal Santo Sandra.
I neonominati consiglieri accettano la carica e dichiarano di non trovarsi in alcuna delle cause di ineleggibilità o incompatibilità.
Del presente atto, scritto a mano e con sistema informativo da me e da persona di mia fiducia, ho dato lettura, una all'allegato, ai comparenti che lo approvano e sottoscrivono, essendo le ore tredici e minuti quindici.
Consta di un foglio di cui occupa due intere facciate e quanto della presente.
f.ti Sandra Dal Santo – Filippo Sciortino – Francesco * Omissis notaio – sigillo.




Allegato “A” all'atto n.10237 di raccolta
STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE DENOMINATA
“UNIONE MOVIMENTI LIBERAZIONE”


ARTICOLO 1 – Denominazione e sede
L'associazione è denominata “UNIONE MOVIMENTI LIBERAZIONE” più semplicemente “Movimento” o “Associazione”.
L'associazione ha, alla data della costituzione, sede in * Omissis.


ARTICOLO 2 – Scopi associativi
“UNIONE MOVIMENTI LIBERAZIONE” è un Movimento che ha il fine di attuare un programma Politico che, sulla base dei principi di Libertà, Democrazia, Giustizia, Solidarietà Sociale, Merito ed Equità fiscale, si ispira ai valori della tradizione Cattolica, Nazionale, Liberale e Popolare, in coerenza con la scelta di: STATO SOVRANO LIBERO E INDIPENDENTE.
Il Movimento “UNIONE MOVIMENTI LIBERAZIONE” promuove nel rispetto dell'indipendenza e dell'unità Nazionale, la pacifica convivenza del Popolo italiano, con diverse etnie e confessioni religiose.

Il Movimento svolge il proprio programma attraverso l'azione politica dei suoi aderenti, dei suoi sostenitori e simpatizzanti e di tutti coloro che si riconoscono nei progetti di partecipazione all'amministrazione e al governo del Paese, anche solo attraverso l'espressione del proprio voto, in occasione delle consultazioni elettorali cui “UNIONE MOVIMENTI LIBERAZIONE” prenderà parte con la presentazione di proprie liste di candidati.

“UNIONE MOVIMENTI LIBERAZIONE” ha pertanto, come proprio principale scopo quello della partecipazione con liste di propri candidati, anche in collegamento, in unione o in via congiunta con altre forze e formazioni politiche, alle consultazioni elettorali che si terranno per il rinnovo del Parlamento Nazionale, per l'elezione dei Presidenti delle Regioni e per il rinnovo dei Consigli Regionali, per l'elezione dei Presidenti delle Province e per il rinnovo dei Consigli provinciali, per l'elezione dei Sindaci e per il rinnovo dei Consigli comunali, per l'eventuale elezione dei componenti italiani al Parlamento europeo, oltre che per l'elezione dei componenti di ogni altro consesso politico o amministrativo di cui è previsto il rinnovo elettivo.

L'associazione ha, infine, come ulteriore precipuo scopo quello della partecipazione al dibattito e, in generale, all'attività Politica e istituzionale, in ogni sede politica e in ogni sede istituzionale, ora come anche nel prosieguo, in ogni sua tradizionale forma e, segnatamente, attraverso l'attività dei Gruppi che, conformemente a quanto previsto nei relativi Regolamenti, esso forma tra coloro che saranno eletti in futuro.


ARTICOLO 3 – Organi associativi
Sono organi dell'Associazione:
     
  •      Presidente
         
  •      Vice-Presidente
         
  •      Segretario Nazionale Politico
         
  •      Comitato di Presidenza
         
  •      Consiglio Direttivo
         
  •      Assemblea Nazionale Coordinatori
         
  •      Tesoriere, che partecipa, senza diritto di voto, ai lavori del      Consiglio Direttivo e del Comitato di Presidenza
               .
ARTICOLO 4 – Compiti degli organi associativi
Al Consiglio Direttivo è assegnato il compito di redigere lo Statuto del Movimento e ogni altra regola associativa, che saranno sottoposti per l'approvazione all'Assemblea Nazionale Coordinatori.
Il Comitato di Presidenza ha facoltà di nominare uno o più relatori che procederanno ad elaborare e redigere proposte da sottoporre al Consiglio Direttivo, con facoltà di ciascun componente dello stesso di proporre emendamenti nel termine che sarà fissato. Le proposte risulteranno approvate, ove conseguano la condivisione della maggioranza dei componenti del Consiglio Direttivo stesso.

Il Comitato di Presidenza sottoporrà quindi la proposta, nel testo approvato, all'esame dell'Assemblea, che provvederà a convocare perché la stessa sia tenuta non oltre il 31 (trentuno) Dicembre di ogni biennio.
Lo Statuto proposto risulterà definitivamente adottato, ove consegua il voto favorevole di almeno la metà dei partecipanti all'Assemblea nazionale coordinatori.
Il Consiglio Direttivo, il Vice Presidente, il Segretario Politico Nazionale ed il Tesoriere, nominati con il presente atto, durano in carica quattro anni e al termine naturale sarà stabilita nel corso dell'Assemblea di cui sopra una nuova Votazione. Il Consiglio Direttivo provvederà agli adempimenti occorrenti per procedere alla nomina dei previsti organi statuari, centrali e periferici, oltre che per ogni altro adempimento che sarà ad esso assegnato in tale sede. Il Presidente in qualità di Primo Fondatore del Movimento resterà in carica a tempo indeterminato e potrà decadere solo per Dimissioni dello stesso o per sopravvenuta Morte; in tal caso spetta al Consiglio Direttivo e al Comitato di Presidenza votare in Assemblea e a maggioranza un nuovo Presidente.

Lo Statuto del Movimento e ogni altra regola associativa e di funzionamento dello stesso sono redatti in conformità ai principi e alle disposizioni contenute nella legge 6 luglio 2012 n.96 in materia di garanzia, di trasparenza dei rendiconti, e saranno informati ai principi democratici nella vita interna, con particolare riguardo alla scelta dei candidati, al rispetto delle minoranze e ai diritti degli iscritti, così come espressamente prescritto nell'articolo 5) della Legge citata.


ARTICOLO 5 – Altri compiti degli organi associativi
Al Consiglio Direttivo è assegnato il compito di procedere alla selezione dei Candidati che saranno presentati alla consultazioni elettorali per il rinnovo del Parlamento Nazionale, per l'elezione dei Presidenti delle Regioni, e per il rinnovo dei relativi Consigli Regionali, oltre che in occasione dell'indizione di ogni altra competizione elettorale destinata ad avere luogo in data posteriore al 31 dicembre 2014 (trentuno dicembre duemila quattordici).

Il Consiglio Direttivo provvede a quanto sopra, curando che siano rispettati i principi riguardanti la parità di genere, come sanciti nelle vigenti disposizioni; provvedere altresì a previamente sollecitare l'indicazione di possibili candidati da parte di Ordini Professionali, di Associazioni di cittadini, di Imprese e di Lavoratori, con lo scopo di formare liste il più possibile rappresentative della pluralità sociale, e in modo tale da determinare che non meno di un terzo di coloro che individuerà come possibili candidati provenga dalla partecipazione diffusa dei cittadini.

Provvede a garantire la partecipazione degli elettori alla composizione delle liste e alla scelta delle cariche monocratiche oggetto delle elezioni anche attraverso l'indizione di elezioni primarie, qualora il sistema elettorale non preveda lo strumento delle preferenze o altro sistema che garantisca la libera scelta dell'elettore.
Al Consiglio Direttivo è inoltre assegnato il compito di dar luogo alla composizione delle liste che saranno presentate nelle consultazioni elettorali di cui sopra, con l'indicazione specifica di ogni singolo candidato e della relativa posizione all'interno della lista, procedendovi con voto unanime dei suoi componenti, sentito il Comitato etico di cui all'articolo 7) e senz'altro attenendosi alle indicazioni di quest'ultimo ove le stesse siano state espresse all'unanimità anche da esso.
Qualora il Consiglio Direttivo non conseguisse unanimità in una delle decisioni da assumere in relazione a quanto sopra, la medesima è domandata al Comitato di Presidenza, che assume le decisioni con voto unanime dei componenti.
Al Comitato di Presidenza e ai legali rappresentanti del Movimento è assegnato il compito di procedere a tutto quanto occorrente per la presentazione delle liste dei candidati, ivi compreso l'assolvimento degli adempimenti formali e di carattere amministrativo previsti dalle vigenti leggi e di qualsiasi altro stabilito o comunque necessario, con facoltà di conferire delega a terzi, anche non aderenti al Movimento, per l'esecuzione di uno o più atti, ove ciò risulti previsto e consentito dalle vigenti disposizioni.

Il Comitato di Presidenza assume il controllo degli organi interni del Movimento affinché siano rispettate tutte le Linee guida dallo stesso Formulate.


ARTICOLO 6 – Adesione all'associazione
La partecipazione a “U.M.L.” è assicurata a tutti coloro che riterranno di riconoscersi nei suoi valori fondanti, anche come esemplificati all'articolo 2) che precede e che ne condivideranno i programmi elettorali e di funzionamento di volta in volta elaborati e condivisi.
La Presidenza prevede all'attivazione di un “sito internet”, contenente ogni utile indicazione per procedere all'adesione al Movimento, parimenti da esso stabilita.
Provvede altresì all'approntamento dei più idonei strumenti di comunicazione, oltre che all'adesione di “UNIONE MOVIMENTI LIBERAZIONE” ai correnti “social network”, con lo scopo di favorire la partecipazione diffusa dei cittadini all'attuazione del suo programma politico, procurando soprattutto che tale partecipazione risulti il più possibile consapevole e determinata, fondata su dibattito e permanente possibilità di scambio d'opinioni.


ARTICOLO 7 – Comitato Etico
  • Nel Costituendo Comitato Etico prenderanno parte tre saggi che dovranno verificare che gli eletti non possano essere sottoposti a fondate ragioni di censura, prevedendo in particolare l'esclusione dalle liste per coloro i quali abbiano subito una condanna, anche solo in primo grado, per reati infamanti, quando gli stessi siano reati di corruzione, associazione per delinquere, abusi sessuali o maltrattamento di minori o contro le donne, dovrà inoltre presentare al Comitato di Presidenza tutti quei casi ove sia necessaria l'ineleggibilità, analogo vaglio è compiuto dal Comitato Etico, in relazione alla sussistenza e persistenza delle qualità di cui sopra in capo a coloro i quali aderiscono a qualunque titolo al Movimento, proponendone – se del caso – l'esclusione su cui si pronuncia il Comitato di Presidenza.

ASSISTENZA LEGALE

Unione Movimenti Liberazione è vicino a tutti Voi per affrontare e magari risolvere qualsiasi problema legato alle storture dello stato di ingiustizia nella quale viviamo tramite i nostri Avvocati, scriveteci a unionemovimentiliberazione@gmail.com

Ulteriori informazioni

CIRCOLI DELLA DIGNITA'

Chiunque sia interessato ad aprire in tutta Italia i "Circoli della Dignita'" può scriverci chiedendo informazioni a: unionemovimentiliberazione@gmail.com inserendo in Oggetto Circoli di UML oppure anche a WhatsApp N.391 4683668

Ulteriori informazioni

MARKETING

È possibile modificare tutto questo testo e sostituirlo con ciò che si desidera scrivere.

Ulteriori informazioni


Questa è una pagina dove potete trovare Link molto interessanti che possono aiutarvi a conoscere e ad essere sempre informati realisticamente. 

https://www.nicolaporro.it/il-virologo-rivela-omicron-piu-blanda-anche-con-i-non-vaccinati/

https://www.nicolaporro.it/la-sparata-illogica-di-sileri-voi-no-vax-siete-pericolosi-vi-rendiamo-la-vita-difficile/

https://www.mercurius5.it/2022/01/19/riprendiamoci-la-socialita-con-trovarsi-ora/

https://www.money.it/Pandemia-finita-con-Omicron-conferma-OMS

https://www.avvenire.it/attualita/pagine/cobervax-il-vaccino-senza-brevetto-ideato-dalla-microbiologa-di-origini-italiane

 https://www.difendersiora.it/sites/default/files/documenti/altro/avvocatura-dello-stato.pdf

https://www.secondopianonews.it/attualita/2021/09/26/avvocati-per-la-liberta-il-green-pass-discrimina-e-viola-la-costituzione.html

https://www.radioradio.it/2022/02/green-pass-mondo-marcia-indietro-di-giovambattista/

https://www.radioradio.it/2021/12/on-donato-avverte-parlamento-europeo-gia-arrivato-certificato-sarebbe-strumento-controllo/

https://www.iltempo.it/attualita/2022/01/17/news/guido-rasi-boccia-quarta-dose-vaccino-non-serve-30125482/

https://telegra.ph/BREAKING-NEWS-FROM-THE-INTERNATIONAL-COMMON-LAW-COURT-OF-JUSTICE-JANUARY-15-2022-GMT-BIG-PHARMA-GOVERNMENT-CHURCH-LEADERS-FACE-A-01-15

https://www.brocardi.it/codice-penale/libro-secondo/titolo-i/capo-ii/art286.html

https://www.ema.europa.eu/en/human-regulatory/research-development/clinical-trials/clinical-trials-regulation#aims-and-key-benefits-of-the-regulation-section

https://eur-lex.europa.eu/oj/direct-access.html

https://horizoneurope.apre.it/nuovo-regolamento-europeo-sulle-sperimentazioni-cliniche/

https://www.consilium.europa.eu/it/policies/human-rights/#:~:text=Al%20fine%20di%20garantire%20che,e%20rafforzerebbe%20i%20valori%20fondamentali.

https://www.stampaparlamento.it/2022/05/26/intervista-a-unione-movimenti-liberazione/